Logo per la stampa
Portale della Provincia Autonoma di Trento
Mercoledì 21 Agosto 2019
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande

Provincia Autonoma di Trento - Urbanistica

 
 
 
 

Circolare congiunta dell'Assessore all'Urbanistica e dell'Assessore alla Protezione civile prot. 602114 di data 12 novembre 2014

"l.p. 7 agosto 2003, n. 7: artt. 1 e 3 delle norme di attuazione della variante 2000 al Piano urbanistico provinciale – l.p. 27 maggio 2008, n. 5: art. 46, comma 1 delle norme di attuazione del nuovo PUP – Carta di sintesi geologica – 8^ aggiornamento; d.P.R. 15 febbraio 2006 Carta del rischio idrogeologico del P.G.U.A.P. 7^ aggiornamento"
(Circolare n. 2/2014)

Trento,          12 novembre 2014

Prot. A041 - 602114

OGGETTO:   l.p. 7 agosto 2003, n. 7: artt. 1 e 3 delle norme di attuazione della variante 2000 al Piano urbanistico provinciale – l.p. 27 maggio 2008, n. 5: art. 46, comma 1 delle norme di attuazione del nuovo PUP – Carta di sintesi geologica8^  aggiornamento;  d.P.R. 15 febbraio 2006 Carta del rischio idrogeologico del P.G.U.A.P. 7^ aggiornamento

 

AI COMUNI
LORO SEDI

ALLE COMUNITA’
COMMISSIONI PER LA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E DEL PAESAGGIO DELLE COMUNITA’
LORO SEDI

AL CONSORZIO DEI COMUNI TRENTINI
Via Torre Verde, 21
38100 – TRENTO

AGLI
ORDINI E COLLEGI PROFESSIONALI
LORO SEDI

AI DIPARTIMENTI DELLA
PROVINCIA
LORO SEDI

AI PARCHI NATURALI PROVINCIALI
Adamello – Brenta e Paneveggio –
Pale di S. Martino
LORO SEDI

 

Circolare n. 2/2014

Si comunica che la Giunta provinciale ha approvato i seguenti provvedimenti relativi alla disciplina del pericolo e del rischio idrogeologico:

  • deliberazione della Giunta provinciale n. 1813 del 27 ottobre 2014 avente a oggetto approvazione dell’8^ aggiornamento della Carta di sintesi geologica provinciale, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 48, comma 1, delle norme di attuazione del nuovo Piano urbanistico provinciale e degli articoli 2-3 delle norme di attuazione della Variante 2000 al PUP; tale deliberazione è stata pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione n. 44 del 4 novembre 2014;

  • deliberazione della Giunta provinciale n. 1828 del 27 ottobre 2014 avente a oggetto approvazione del 7^ aggiornamento del Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche, ai sensi dell’articolo 19 delle norme di attuazione del PGUAP; tale deliberazione è stata pubblicata nel Bollettino ufficiale della Regione n. 44 del 4 novembre 2014.

Detti provvedimenti entreranno in vigore il giorno successivo alla relativa pubblicazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

 

Sul sito internet della Provincia autonoma di Trento all’indirizzo www.protezionecivile.tn.it - www.provincia.tn.it/urbanistica/ e www.pguap.provincia.tn.it è possibile consultare e scaricare la Carta di sintesi geologica (le modalità di acquisizione dei dati sono definite nel sito della Protezione civile) e il Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche (le modalità di acquisizione dei dati sono definite nel sito sopraindicato. Presso il Servizio Geologico sono inoltre disponibili i cd ed il dvd delle immagini georeferenziate della Carta di sintesi geologica dell’intero territorio provinciale che potranno essere richiesti con il pagamento dei consueti costi di riproduzione.

Per quanto riguarda il PGUAP, essendo tutta la documentazione cartografica facilmente acquisibile via internet nei formati digitali normalmente in uso, si è ritenuto non più utile rendere disponibile il consueto dvd che consentiva la visualizzazione della cartografia e di tutta la documentazione del Piano. L’Incarico dirigenziale per la programmazione di protezione civile rimane comunque a disposizione per l’eventuale invio della documentazione cartografica nei medesimi formati disponibili via internet su specifica richiesta via mail all’indirizzo isppc@provincia.tn.it al fine di ovviare eventuali problemi di scarico dei dati da parte delle strutture periferiche.

Si ricorda che il sistema informativo relativo alla Carta di sintesi geologica, consultabile sui siti web della Provincia è integrato al fine di evidenziare il tipo di problematica idrogeologica in relazione alle diverse aree e la relativa struttura provinciale di competenza (Servizio Geologico per le problematiche relative ai movimenti di versante; Servizio Bacini montani per i fenomeni torrentizi e fluviali; Servizio Prevenzione rischi per le problematiche relative ai fenomeni valanghivi). La chiara individuazione dei Servizi competenti fornisce una utile indicazione ai cittadini circa le strutture alle quali rivolgersi e fornisce ai professionisti un’indicazione sulle tematiche da sviluppare all’interno degli studi di compatibilità previsti dagli articoli 16 e 17 delle norme di attuazione del PGUAP, oltre che delle perizie previste dalla normativa del PUP. Tali informazioni sono utili per l’applicazione dell’articolo 3, comma 5, delle norme di attuazione del nuovo PUP, al fine di chiarire le strutture di competenza per la precisazione e interpretazione dei perimetri delle aree indicate nella cartografia del Piano urbanistico provinciale, condotta “secondo le rispettive competenze, dagli strumenti di pianificazione territoriale previsti dalla legge urbanistica nonché in sede di espressione di pareri e di rilascio di provvedimenti permissivi e concessori richiesti per la realizzazione di interventi”. La precitata norma si applica anche per l’interpretazione della cartografia del PGUAP.

 

8^ aggiornamento della Carta di sintesi geologica (deliberazione della Giunta provinciale (n. 1813 del 27 ottobre 2014)

Richiamato che, sulla base dell’articolo 48, comma 1 delle norme di attuazione del nuovo PUP, fino all’entrata in vigore della Carta di sintesi della pericolosità, che potrà avvenire anche per stralci, continuano ad applicarsi le disposizioni di cui agli articoli 2 e 3 delle norme di attuazione della Variante 2000 al PUP, con deliberazione della Giunta provinciale n. 1813 del 27 ottobre 2014 è stato approvato l’ottavo aggiornamento della Carta di sintesi geologica provinciale.

Tale provvedimento aggiorna le previsioni sulla base delle verifiche tecniche effettuate dalle strutture competenti della Provincia e in particolare, dal Servizio Geologico per le problematiche relative ai movimenti di versante, dal Servizio Bacini montani per i fenomeni torrentizi e fluviali, dal Servizio Prevenzione rischi per le problematiche valanghive. Dette verifiche sono state condotte anche sulla base dei criteri specificamente definiti nell’ambito del gruppo di lavoro per la nuova Carta di sintesi della pericolosità, approvati con deliberazione della Giunta provinciale n. 1708 del 6 ottobre 2014.

Le modifiche oggetto dell’ottavo aggiornamento della Carta di sintesi geologica sono nello specifico finalizzate a:

- aggiornamento della perimetrazione delle aree di pericolosità geologica e idraulica sulla base degli studi di settore condotti su specifiche aree o degli approfondimenti condotti nell’ambito dell’elaborazione della nuova Carta di sintesi della pericolosità;

- introduzione di puntuali precisazioni della rete idrografica;

- aggiornamento della zonizzazione della Carta di sintesi geologica negli ambienti periglaciali presenti sul territorio provinciale sulla base degli esiti degli studi sul permafrost alpino (progetto Alpine Space PermaNET) e della determinazione del limite di massima espansione della Piccola età glaciale.

In relazione alla Carta di sintesi geologica si precisa che, ai fini della sua applicazione e fermi restando i principi già oggetto delle deliberazioni di approvazione dei precedenti aggiornamenti:

  • con l’entrata in vigore della deliberazione in oggetto, le previsioni contenute nella Carta di sintesi geologica così come modificata dal presente aggiornamento, sostituiscono ogni corrispondente disposizione tecnica cartografica e normativa contenuta in tutti gli strumenti urbanistici vigenti locali e che ad essa deve essere fatto preliminare riferimento per la verifica di tutte le richieste di trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio;

  • successivamente alla presente deliberazione, continueranno le fasi di verifica e di approfondimento dei temi legati alla sicurezza del territorio, anche con la collaborazione delle Amministrazioni comunali, da condurre in particolare nell’ambito degli studi finalizzati alla nuova Carta di sintesi della pericolosità prevista nel Piano urbanistico provinciale approvato con l.p. n. 5 del 2008.

 

7^ aggiornamento del Piano generale di utilizzazione delle acque pubbliche (deliberazione della Giunta provinciale n. 1828 del 27 ottobre 2014)

E’ noto che la Carta del rischio idrogeologico è derivata dalla sovrapposizione delle cartografie dei valori d’uso del suolo e della pericolosità.

Il settimo aggiornamento della cartografia del rischio idrogeologico, oltre a recepire le nuove variazioni dell’uso del suolo che vengono previste mediante le variazioni dei P.R.G, considera le nuove modifiche della Carta di sintesi geologica che determinano a loro volta, secondo i meccanismi del Piano, una variazione della carta della pericolosità idrogeologica del PGUAP.

Inoltre in aggiunta alle modifiche derivanti dalle procedure sopra richiamate, nel presente aggiornamento è stata inserita anche la modifica del grado di pericolosità di esondazione e conseguentemente anche del rischio della p.f 2156 del C.C. di Volano così come previsto dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 2366 del 31 ottobre 2013. In tale deliberazione era stata assunta la decisione di approvare la variante urbanistica della p.f 2156 C.C. Volano subordinatamente alla depenalizzazione della sua pericolosità avvenuta a seguito della realizzazione e del collaudo dei lavori di messa in sicurezza come attestato da uno specifico studio di compatibilità. La stessa deliberazione al punto 2) incaricava l'Incarico dirigenziale per la programmazione protezione civile di effettuare la relativa modifica cartografica della carta della pericolosità e del rischio idrogeologico del PGUAP da eseguirsi in occasione del suo successivo aggiornamento.

Infinefacendo seguito alla nota di data 8 gennaio 2014 prot. 6816 del Servizio Urbanistica e Tutela del Paesaggio  e alla nota di data 7 aprile 2014 prot. 58399 del Comune di Trento si è proceduto alla variazione dei valori di uso del suolo delle aree classificate verde privato (H2) disciplinate dall’articolo 72 delle norme di attuazione del PRG del Comune di Trento. Tali aree erano state riportate nell’uso del suolo pianificato con codice B26 “Verde di rispetto culturale e naturale” e come tali erano state trasposte nella carta dei valori d’uso del suolo del PGUAP come RIC così come stabilito dalla deliberazione della Giunta provinciale n. 1984/2006. Tale trasposizione, seppur valida per la maggior parte delle aree con medesima natura e destinazione, non era corretta nel caso del Comune di Trento dove le aree a verde privato disciplinate dall’articolo 72 sono delle particolari aree destinate all’insediamento e come tali pertanto debbono essere trasposte nella categoria di valore d’uso del suolo del PGUAP come ABI.

Le strutture competenti - Servizio Urbanistica e tutela del paesaggio (tel. 0461-497055), Incarico dirigenziale per la programmazione di protezione civile (tel. 0461-492984), Servizio Geologico (tel. 0461-495200), Servizio Bacini montani (tel. 0461-495827) e Servizio Prevenzione rischi (tel. 0461-494864) - sono a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Distinti saluti

             - Carlo Daldoss -                                                                             - Tiziano Mellarini -

 

 
Scarica:
Pagine correlate:
 
 
note legali | Intranet | scrivi al gruppo portale | Cookie Policy