Logo per la stampa
Portale della Provincia Autonoma di Trento
Martedì 07 Dicembre 2021
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande

Provincia Autonoma di Trento - Urbanistica

 
 
 
 

Circolare dell'Assessore all'Urbanistica prot. 313096 di data 06 giugno 2017

"Approvazione del regolamento urbanistico-edilizio provinciale in esecuzione della legge provinciale 4 agosto 2015, n. 15 (legge provinciale per il governo del territorio 2015). Emanazione del decreto del Presidente della Provincia n. 8-61/Leg."

Trento, 06 giugno 2017
Prot. n. A041 - 313096 / 2017

AI COMUNI
LORO SEDI

ALLE COMUNITA’
LORO SEDI

AL CONSORZIO DEI COMUNI TRENTINI
Via Torre Verde, 21
38100 – TRENTO

AGLI ORDINI E COLLEGI PROFESSIONALI
LORO SEDI

AI DIPARTIMENTI DELLA PROVINCIA
LORO SEDI

AI PARCHI NATURALI PROVINCIALI
Adamello – Brenta e Paneveggio –Pale di S. Martino
LORO SEDI

Oggetto: approvazione del regolamento urbanistico-edilizio provincialein esecuzione dellalegge provinciale 4 agosto 2015, n. 15 (legge provinciale per il governo del territorio 2015). Emanazione del decreto del Presidente dellaProvincia n.8-61/Leg.

 

Con deliberazione 773 del 19 maggio 2017, la Giunta provinciale ha approvato in via definitiva lo schema di regolamento recante: “Approvazione del regolamento urbanistico-edilizio provinciale in esecuzionedell’articolo 74 legge provinciale 4 agosto 2015, n. 15”, adottato in via preliminare il20 dicembre 2016.

Con decreto del Presidente della Provincia n. 8-61/Leg è stato emanato il regolamento, che è stato pubblicato sul BUR il 23 maggio 2017, n. 21 – Supplemento n. 3.

Il regolamento entrerà in vigore il 7 giugno 2017.

Con l’approvazione della nuova legge provinciale per il governo del territorio 4 agosto 2015, n. 15, è stato profondamente innovato l’ordinamento urbanistico provinciale.

Il regolamento approvatodà attuazione alla legge provinciale per il governo del territorio 2015, approvatanel 2015e si pone in continuità rispetto agli obiettivi di revisione del quadro normativo perseguiti dalla legge provinciale, in un’ottica di sistematicità e di semplificazione, riduzione del consumo del suolo e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente;esso si configura come la disciplina unitaria per la specificazione e l’applicazione della legge provinciale per il governo del territorio, con gli obiettivi di dare certezza delle regole applicabili, evitando la frammentazione della disciplina tra fonti di diversa provenienza, di dare certezza all'assetto organizzativo dei soggetti coinvolti nel governo del territorio, chiamati a coordinarsi e a confrontarsi, di perseguire tempi certi e snellimento dei procedimenti edilizi, riducendone significativamente la durata ed evitando appesantimenti burocratici.

Le finalità e i principi ispiratori della legge provinciale, tra i quali figurano riproducibilità, qualificazione, valorizzazione delle risorse territoriale e sussidiarietà, partecipazione e valutazione nei procedimenti di pianificazione, sviluppo sostenibile attuato attraverso il risparmio del territorio e l’incentivazione della riqualificazione e del recupero degli insediamenti esistenti vengono ulteriormente specificati e resi di concreta operatività.

Il regolamento attua nel dettaglio il processo di semplificazione avviata dalla legge provinciale con riferimento a molti istituti, dall’esercizio delle competenze ai procedimenti urbanistici, dalla disciplina dell'attività edilizia alle norme per avviare il processo della sua digitalizzazione.

Sui contenuti del provvedimento è stato acquisito il parere del Consiglio autonomieche si è espresso favorevolmente con osservazioni, ai sensi dell’articolo 8 della legge provinciale 15 giugno 2005, n. 7. IlConsiglio delle autonomie ha condiviso le finalità politiche, che la proposta racchiude, di promuovere il risparmio del suolo tramite la riqualificazione dell’esistente e la valorizzazione del paesaggio e, nel contempo, di favorire la ripresa del mercato edile; ha suggerito alcuni spunti di riflessione su alcune norme, soprattutto alla luce degli effetti attesi sulle amministrazioni pubbliche comunali e di comunità, tra le quali quelle che prevedono un adeguamento pianificatorio e il processo di l’informatizzazione dei procedimenti, che devononecessariamente essere attuate in via graduale; il Consiglio delle autonomie ha suggerito altri spunti di riflessione sulla tematiche degli standard di parcheggio, del contributo di costruzione, degli edifici incompiuti e dell’edilizia sostenibile.

Sui contenuti del provvedimento si è espressa favorevolmente la III Commissione permanentedel Consiglio provinciale,evidenziando dei suggerimenti in particolare raccomandandodi accompagnare l’applicazione del regolamento con un’importante azione formativa dei tecnici delle amministrazioni pubbliche e dei tecnici professionisti.

I contenuti del regolamento sono stati discussi e approfonditi attraverso numerosi incontri di confronto con il cosiddetto “Tavolo permanente dell’Urbanistica”, composto da soggetti istituzionali, Consorzio dei comuni trentini, associazioni, ordini e collegi professionali, tecnici comunali, categorie economiche del settore edile, che hanno compreso la valenza del nuovo strumento. Per l’impegno e l’importante contributo fornito per la costruzione delle nuove regole tutti i componenti vanno sicuramente ringraziati.

Questa circolare è accompagnata dalle prime note di commento al regolamento che è consultabile nel sito internet del Servizio Urbanistica e tutela del paesaggio all’indirizzo http://www.urbanistica.provincia.tn.it/normativa/legge15_2015/regolamento_2017/.

Data la particolare complessità della materia e l’innovazione dell’impostazione adottata, il regolamento sarà in ogni caso oggetto di ulteriori approfondimenti, anche di natura formativa.

Cordiali saluti
- Carlo Daldoss -

 

ALLEGATO: PRIME NOTE DI COMMENTO (vedi versione PDF)

 
Scarica:
Pagine correlate:
 
 
note legali | Intranet | scrivi al gruppo portale | Cookie Policy