Logo per la stampa
Portale della Provincia Autonoma di Trento
Venerdì 13 Dicembre 2019
carattere » Imposta la dimensione del carattere predefinita Imposta la dimensione del carattere grande Imposta la dimensione del carattere molto grande

Provincia Autonoma di Trento - Urbanistica

 
 
 
 

Interventi di ripristino del PAESAGGIO RURALE MONTANO - anno 2015

(tema individuato con deliberazione della Giunta provinciale n. 921 di data 1° giugno 2015)


Con la deliberazione n. 921 del 1° giugno 2015, la Giunta provinciale ha individuato le aree oggetto di intervento e approvato gli studi di fattibilita' e i progetti preliminari relativi agli interventi di conservazione, sistemazione o ripristino del paesaggio rurale montano, nell'ambito del Fondo per la riqualificazione degli insediamenti storici e del paesaggio di cui all'articolo 78 della L.P. 4 marzo 2008, n. 1, redatti dal Servizio Foreste e fauna e dal Servizio Bacini montani della Provincia, in collaborazione con il Servizio Urbanistica e tutela del paesaggio.

 

Nel dettaglio, le aree individuate al fine degli interventi in argomento sono le seguenti:

 
   

a) interventi negli ambiti montani esposti nell’allegato A) alla predetta deliberazione:

  1. Comune di Dimaro, località Costa Rotian;
  2. Comune di Commezzadura, località Masi da Mont di Deggiano;
  3. Comune di Bedollo;
  4. Comune di Condino, località Isoi (Pissole);
  5. Comune di Roncone, località Peze del Lago, campo sportivo, Paingo e Bet;
  6. Comune di Ledro, località Ampola;
  7. Comune di Canal San Bovo, basso Vanoi;
  8. Comune di Canal San Bovo, località Caoria;
  9. Comune di Tonadico, località Rodenaza;
  10. Comune di Tonadico, località Cereda;

La progettazione ed esecuzione di ciascun intervento di cui sopra e' stata affidata alla struttura provinciale competente in materia di foreste e fauna.

 

 

 
   

b) interventi negli ambiti fluviali esposti nell’allegato B) al predetto provvedimento:

  1. Comune di Valdaone, fiume Chiese, località Pracul - Limes;
  2. Comune di Vermiglio, torrente Vermigliana, località Velon;
  3. Comuni di Pellizzano, Commezzadura, Dimaro, torrente Noce, tratto Pellizzano - Dimaro;
  4. Comuni di Sporminore, Campodenno, Denno, torrente Noce, località Rocchetta;
  5. Comuni di Nave San Rocco, Zambana, torrente Noce, località Rupe – confluenza Noce con l’Adige;
  6. Comuni di Lavis, Trento, fiume Adige e torrente Avisio, località foci dell’Avisio;
  7. Comune di Cavalese, torrente Avisio, tratto Masi di Cavalese - Cascata;
  8. Comuni di Strigno, Villa Agnedo e Ivano Fracena, torrente Chieppena, tratto terminale da Strigno al fiume Brenta;
  9. Comune di Grigno, fiume Brenta e torrente Grigno, località Grigno - Belasio;

La progettazione ed esecuzione di ciascun intervento di cui sopra e' stata affidata alla struttura provinciale competente in materia di bacini montani.

 

 

 

(pagina pubblicata il 4 giugno 2015)

 
Consulta:
Pagine correlate:
 
 
note legali | Intranet | scrivi al gruppo portale | Cookie Policy